scientifico | scienze applicate | sportivo | classico | linguistico | scienze umane

Le parole fanno più male delle botte

Gli studenti dell’Amaldi in ricordo di Carolina Picchio e contro la comunicazione ostile in rete

Il video intitolato “Le parole fanno più male delle botte” è stato realizzato da alcuni studenti del Liceo Amaldi in occasione della rassegna teatrale #tuttinsiemecontroilbullismo, svoltasi al Teatro Giacometti di Novi Ligure l’8 febbraio 2019. 

Il lavoro degli studenti è stato dedicato a Carolina Picchio, l’adolescente di Novara che si è tolta la vita nel 2013 in seguito ad una vicenda di cyberbullismo. Dopo la sua vicenda il Parlamento italiano ha approvato la prima legge a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo (Legge 29 maggio 2017 n. 71).

A Carolina gli studenti si sono rivolti attraverso una lettera, ricordando le sue parole, la sua storia e soprattutto il suo monito “Le parole fanno più male delle botte”. 

Un’altra parte del lavoro è stata dedicata all’interpretazione del “manifesto della comunicazione non ostile”, una carta con 10 princìpi utili a ridefinire lo stile con cui stare in Rete, sritto e votato da una community di oltre 300 comunicatori, blogger e influencer. Grazie all’impegno degli studenti del corso linguistico è stato possibile leggerlo in diverse lingue, a conferma del fatto che il cyberbullismo e l’aggressività in rete sono un problema globale. 

Un ringraziamento agli studenti delle classi:

1S Liceo Sportivo, 3E, 5H e 5E del Liceo Linguistico che hanno sviluppato con serietà ed entusiasmo un tema tanto delicato e difficile.


Pubblicata il 19 febbraio 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.