scientifico | scienze applicate | sportivo | classico | linguistico | scienze umane

Laboratorio di biologia in casa

Per ovviare ad uno degli svantaggi della Didattica A Distanza, ovvero l'impossibilità di svolgere attività pratica in laboratorio, alcuni docenti dell'Amaldi si sono ingegnati per escogitare delle esperienze che potessere essere svolte dagli studenti a casa propria, in totale sicurezza. I ragazzi hanno risposto con entusiasmo e ne sono scaturiti alcuni pregevoli lavori che vengono pubblicati in questa pagina e nelle due successive.

 

LA LIEVITAZIONE

CONSEGNA (2^A e 2^C)

Nei giorni passati abbiamo affrontato lo studio della fermentazione alcolica, operata da Saccharomyces cerevisiae (il lievito di birra). Contemporaneamente è capitato, un po’ per caso, di studiare anche i sali acidi, tra cui il bicarbonato di sodio e il bicarbonato d’ammonio, usati per la lievitazione chimica.

Il compito che dovrete affrontare entro il 16 aprile, giorno del rientro dalle vacanze pasquali, è di realizzare una ricetta culinaria che contempli uno dei due tipi di lievitazione. Pertanto dovrete:

1. scegliere se usare il lievito di birra o il lievito chimico (controllate se avete in casa uno dei due, altrimenti programmatene l’acquisto, alla prossima uscita per la spesa, dicendolo a chi si occupa dei rifornimenti);

2. cercare una ricetta dolce o salata, a seconda del tipo di lievito scelto, o usarne una di famiglia, magari chiedendo consiglio a chi, in casa, si occupa di preparare i pasti; sarà valutata positivamente la scelta di una ricetta pasquale, eseguita entro domenica, e degustata nel pranzo del giorno di Pasqua;

3. procurare tutti gli ingredienti (da aggiungere alla lista della spesa – vedi sopra);

4. realizzare la ricetta, documentando ogni passaggio con una fotografia (fate attenzione a non fotografare i volti delle persone!).

Fate anche molta attenzione, soprattutto se non siete abituati, quando usate oggetti taglienti o molto caldi.

Potete farvi aiutare da un adulto, anzi, la collaborazione è ben accetta. Dovrete poi preparare una relazione, tramite un file in formato di testo, contenente:

1. una premessa, in cui dovrete spiegare il fenomeno cha ha dato origine alla lievitazione, diverso a seconda del tipo di lievito utilizzato;

2. la lista degli ingredienti utilizzati;

3. le fasi di esecuzione della ricetta, descritte brevemente e accompagnate dalle foto;

4. le osservazioni finali, in cui racconterete se la lievitazione è riuscita bene oppure no (in questo caso andate a ricercare le possibili cause) e se il risultato delle vostre fatiche è stato apprezzato da voi e dai vostri famigliari.

Prof.ssa Monica Lupori

Adduci Samuele.pdf

Bocca Clarissa.pdf

Lin Sabrina.pdf

Massone Tommaso.pdf

Stilo Dario.pdf

Tamburini Giada.pdf

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.